Giugno 25, 2021
La storia del nostro logo

Vi siete mai chiesti che significato abbia il nostro nome?

Ad una prima lettura, la parola ARTEN sembra non avere nessun riferimento diretto ai prodotti che produciamo. In realtà, è l’unione delle due parole “ARTicoli” ed “ENologici”.

Infatti, la nostra attività di produzione di portelle e chiusini era inizialmente orientata prevalentemente all’industria enologica, target principale nel primo periodo di attività in cui venivano realizzati prodotti in ghisa. Quando, nel 1974, i fratelli Alessandro ed Enrico Mora fondarono ARTEN e decisero di abbandonare la ghisa in favore dell’acciaio inox, venne realizzato il primo logo.

Il logo iniziale fu ideato da Aristide Mora e nacque come uno schizzo a matita, grezzo ed informale.

Da quell’intuizione prese forma il primo logo nero e rosso. Il modo in cui è nata l’idea rispecchia a pieno lo spirito dell’azienda, a conduzione familiare dalla nascita fino ad oggi, ma sempre con uno sguardo al futuro, all’innovazione e all’internazionalizzazione. Proprio per questo, negli anni, il logo ha subito varie trasformazioni.

Spesso, il simbolo iniziale del logo veniva impropriamente scambiato per l’articolo determinativo “Lo”. In realtà, si tratta di una A di ARTEN con la sola asta di sinistra e, il simbolo rosso che al primo sguardo potrebbe sembrare un semplice cerchio richiama la forma della portella circolare. Lo si capisce meglio grazie alla stanghetta centrale della A che ne ricorda la traversa.

La probabilità dell’erronea lettura

“lo Arten” ha portato la famiglia Mora alla decisione di ristudiare il logo e si è scelto di evidenziare il simbolo iniziale inserendolo in un riquadro che lo decontestualizzasse dalla parola ARTEN ed evitasse la lettura per intero. Il logo è quindi formato dal simbolo originale che ricorda una portella e dal nome per intero “ARTEN”.

La terza ed ultima versione nasce con l’intento di rimodernare il logo in base ad uno stile più contemporaneo e renderlo più gradevole esteticamente.

Dal 1974 ARTEN è marchio registrato, al fine di proteggere i nostri prodotti e la nostra qualità Made in Italy ed impedirne un utilizzo illecito.